UBS Utile Q3 2022

UBS comunica i suoi ultimi guadagni

TESSUTO COFFRINI | AFP | Belle foto

UPS Martedì l’utile netto di 1,7 miliardi di dollari nel terzo trimestre dell’anno è stato leggermente al di sopra delle aspettative degli analisti, con la banca svizzera che ha citato un ambiente difficile.

Gli analisti si aspettavano un utile netto di 1,64 miliardi di dollari, secondo i dati Refinitiv. UBS ha registrato un utile netto di $ 2,3 miliardi un anno fa.

Il prestatore svizzero ha mancato le aspettative lo scorso trimestre Mentre ha registrato un utile netto di $ 2,108 miliardi. All’epoca la banca disse che il secondo trimestre era “uno”. Un periodo molto impegnativoInvestitori” negli ultimi 10 anni a causa dell’elevata inflazione, della guerra in Ucraina e delle rigide politiche Covid-19 in Asia.

Martedì UBS ha affermato che questi fattori hanno continuato a essere nella mente degli investitori nel terzo trimestre.

“Il contesto macroeconomico e geopolitico è diventato sempre più complesso. I clienti continuano a preoccuparsi per l’inflazione elevata, i prezzi elevati dell’energia, la guerra in Ucraina e gli effetti residui della pandemia”, ha affermato Ralph Hamers, CEO di UBS.

Parlando con Geoff Cudmore della CNBC, Hammers ha affermato, tuttavia, che l’attività ha avuto flussi molto forti nel trimestre, con nuove attività nette che generano commissioni per $ 17 miliardi.

Altri momenti salienti del trimestre includono:

  • Le entrate hanno raggiunto 8,3 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 9,1 miliardi di dollari di un anno fa.
  • Le spese operative sono scese a $ 5,9 miliardi da $ 6,2 miliardi di un anno fa.
  • Il coefficiente di capitale CET 1, una misura della solvibilità bancaria, ha raggiunto il 14,4% contro il 14,9% di un anno fa.
READ  Notizie recenti sulla guerra in Russia e Ucraina

I ricavi della sua divisione di investment banking sono diminuiti del 19% a causa della riduzione della performance in derivati ​​azionari, azioni liquide e proventi finanziari. Anche la divisione Global Wealth Management ha registrato ricavi inferiori, in calo del 4% su base annua.

Nello stesso periodo, tuttavia, i ricavi delle attività bancarie personali e aziendali sono aumentati ai tassi molto favorevoli della Banca nazionale svizzera.

Martedì Hammers ha notato che i clienti del suo lato patrimoniale sono alla ricerca di investimenti e liquidità alternativi e ha previsto che l’attività sul lato aziendale della sua divisione commerciale sarebbe stata debole nel quarto trimestre.

Il cinese G

UBS mira a far crescere la propria attività nella regione Asia-Pacifico e il CEO Hammers ha affermato di vedere “alcune opportunità di crescita” in Cina.

“Conferma [China President] “Xi sta fondamentalmente assicurando stabilità andando avanti da una parte per un altro mandato, quindi alcune delle politiche che ha introdotto nell’ultimo anno probabilmente continueranno”, ha detto Hammers.

Ha aggiunto che la banca svizzera vede la Cina “in termini di determinate dimensioni della sua popolazione ed economia”. “Pensiamo che sia una posizione molto attraente nel tempo, quindi è una posizione strategica”, ha aggiunto.

Altrove, Hammers ha previsto tempi “difficili” per l’Europa data la crisi energetica in corso e la guerra in Ucraina.

“L’Europa avrà un periodo difficile, l’inverno sarà difficile, anche se hanno le loro riserve”, ha affermato, aggiungendo che la banca svizzera prevede che la regione entrerà in recessione.

Le azioni UBS sono scese di circa l’8% quest’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.