Sentenza della Corte Suprema West Virginia v. L’EPA raffredda l’agenda sul clima di Biden

Segnaposto quando vengono caricate le azioni dell’articolo

Sentenza della Suprema Corte Giovedì Limitare Gli esperti legali affermano che la capacità dell’Agenzia per la protezione ambientale di controllare le emissioni di carbonio potrebbe avere implicazioni di vasta portata per gli ambiziosi piani del presidente Biden per affrontare il cambiamento climatico insieme all’inquinamento dell’aria e dell’acqua.

Il Risultati 6 su 3 USA contro il West Virginia. EPALa corte ha stabilito che la società ha violato la sua autorità con le regole per ridurre l’inquinamento da riscaldamento planetario delle centrali elettriche e i conservatori hanno intrapreso un’importante battaglia legale per controllare la capacità del governo federale di affrontare le questioni ambientali.

L’esito di queste cause potrebbe determinare se la lotta per la politica ambientale degli Stati Uniti si sposterà in modo decisivo verso stati in cui alcuni indeboliranno la sicurezza. Altri perseguono limiti più severi sulle emissioni di gas serra e altri inquinanti.

William Busby, direttore della facoltà dell’Environmental Law and Policy Program presso il Georgetown University Law Center, ha dichiarato: “Questa Corte Suprema conservatrice finirà in West Virginia come parte di una serie di cause che minano l’autorità di regolamentazione federale che di solito colpisce nuove questioni .

“Naturalmente, gli stati possono andare oltre quanto richiesto dalla legge federale”, ha aggiunto. “Molti stati lo fanno, ma molti no.

Nella sua caduta, che inizia in ottobre, la Suprema Corte ha stabilito che a Sfida alla legge sull’acqua pulita La legge può ridurre la gamma di modi che aziende e sviluppatori hanno cercato a lungo. Intanto, nei tribunali di grado inferiore, i procuratori generali repubblicani Lottando per prevenire Biden Management Trasforma il cambiamento climatico in decisioni chiave e riduce l’inquinamento climatico dal tubo di scappamento del veicolo.

In Parere della maggioranza Dentro Virginia dell’ovest, Presidente della Corte Suprema John G. Roberts Jr. ha scritto che solo con l’esplicita approvazione del Congresso l’EPA potrebbe apportare grandi cambiamenti nel settore energetico del paese. Ma i legislatori non sono stati pagati per quella società Categorie discriminatorie In relazione alle problematiche ambientali degli ultimi decenni.

L’EPA “dovrebbe puntare al ‘chiaro riconoscimento del Congresso’ per il potere che rivendica”, ha scritto Roberts in un parere della maggioranza, in cui i giudici Samuel A. Alito Jr., Amy Connie Barrett, Neil M. Korsch, Brett M.. Kavanagh si unì. E Clarence Thomas.

Katie Dub, analista della Heritage Foundation, un think tank conservatore, ha affermato che era giusto che la corte controllasse i poteri dell’EPA.

“Molti a sinistra vogliono controllare le emissioni dell’EPA per realizzare un’agenda climatica più estrema”, ha affermato Dub. Ma chi prende quelle decisioni in questo paese è importante. A mio avviso, i rappresentanti americani sono più importanti della burocrazia non eletta nell’EPA.

READ  I democratici perdono contro i repubblicani con elettori latini in vista delle elezioni di medio termine del 2022

Jodi Freeman, un professore di giurisprudenza di Harvard, ha affermato che la corte avrebbe potuto andare oltre nel limitare i poteri dell’EPA. La maggioranza ha consentito all’agenzia di continuare a controllare le emissioni di carbonio delle centrali elettriche, non costringendo le società di servizi pubblici a passare dal carbone alle energie rinnovabili.

“C’è un lato positivo in qualcosa qui”, ha detto Freeman. “Questo lascia un percorso per l’EPA per stabilire standard più significativi”.

in ogni caso, il Virginia dell’ovest Gli studiosi legali affermano che il verdetto non è positivo per l’amministrazione Biden nella sua sfida alla legge sull’acqua pulita prevista per questo autunno. In quel caso, presa v. EPA, Anche i giudici conservatori possono Nonostante la mancanza di una guida chiara da parte del Congresso, si è scoperto che l’EPA ha violato la sua autorità nella regolamentazione delle zone umide e dei corsi d’acqua del paese.

Dan Farber, professore di diritto presso l’Università della California a Berkeley, ha dichiarato: “La corte ha un forte messaggio che l’EPA non dovrebbe leggere eccessivamente la sua autorità”. PRESA. “

Il caso della legge sull’acqua pulita è una disputa di lunga data tra la coppia dell’Idaho, Chandel e Mike Socket. La coppia ha detto che i loro piani sono stati bloccati da un ordine dell’EPA, che ha stabilito che la proprietà aveva zone umide e che avevano bisogno dell’approvazione federale.

La Corte Suprema ha ripreso il caso EPA, che avrebbe potuto abbreviare il Clean Water Act

Questo caso solleva la questione di cosa costituisca “acque americane”, il Protected Clean Water Act del 1972. Le prese supportano la definizione ristretta proposta dal defunto giudice Antonin Scalia e sono state supportate da gruppi imprenditoriali come gli Stati Uniti. Camera di Commercio. Se prevarranno, secondo alcune stime, il 90 percento dei corsi d’acqua regolamentati federali negli Stati Uniti perderà protezione.

“Negli ultimi 30-40 anni, la legge sull’acqua pulita è andata oltre un piano di base per la qualità dell’acqua”, ha affermato Damien Schiff, avvocato senior della Pacific Law Foundation, che rappresenta i Socket. “In pratica, è come un mini codice di zona federale”.

Nel frattempo, i procuratori generali repubblicani stanno spingendo per impedire a Biden di sollevare una misura chiave che calcola i costi reali del cambiamento climatico. Questa metrica viene chiamata Prezzo sociale del carbonio, applicabile Risultati derivanti dall’estrazione di combustibili fossili su terreni pubblici, progetti infrastrutturali e negoziati internazionali sul clima.

READ  La Russia espande il controllo sulla grande città ucraina mentre gli Stati Uniti intendono aumentare la potenza di fuoco di Kiev

Corte Suprema a maggio Biden ha permesso l’amministrazione, Per il momento, considerando i costi sociali del cambiamento climatico, scrivendo nuove normative e rafforzando quelle esistenti. Ma le corti di grado inferiore rischiano ancora di ribaltarlo Utilizzare quando si spinge avanti la battaglia legale.

“Il costo sociale del caso del carbonio – in particolare la volontà degli Stati di portarlo alla Corte Suprema – indica che ci sono gruppi che sono effettivamente disposti a premere argomenti legali aggressivi, spesso innovativi per contestare le azioni dell’amministrazione Biden”, ha affermato Keerthi Thadla, direttore del diritto strategico per lo studio legale ambientale Ertjestis.

I politici conservatori hanno sfidato gli sforzi di Biden per controllare le emissioni di automobili e autocarri leggeri, la principale fonte di gas serra. Guidata dal procuratore generale del Texas Ken Paxton (R), la causa è stata intentata contro l’amministrazione della coalizione di 15 stati guidata dai repubblicani. L’ultima regola per ridurre le emissioni dallo scarico, Che impedirà a miliardi di tonnellate di anidride carbonica di entrare nell’atmosfera. Il caso è pendente presso la Corte d’Appello del Circuito DC, uno dei più importanti tribunali federali per la politica ambientale.

Mentre i tribunali possono limitare la capacità del governo federale di ridurre l’inquinamento delle centrali elettriche, alcuni stati stanno avanzando con i requisiti di energia pulita, mentre altri li hanno messi da parte.

Secondo un’analisi della League of Conservation Voters, 4 americani su 10 vivono in uno stato, città o regione, in cui è garantito il raggiungimento del 100% di elettricità pulita entro il 2050. Squadra. Altri 24 governatori si sono impegnati a dimezzare le emissioni di gas serra entro il 2030 e raggiungere emissioni nette zero entro il 2050, secondo la US Climate Alliance, una coalizione bipartisan di governatori che si è impegnata a sostenere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima.

In Oregon, l’anno scorso il governatore Kate Brown (D) ha firmato uno dei più seri progetti di energia pulita della nazione. Il più ampio piano di utilizzo dello stato è necessario per ridurre le emissioni di gas serra dell’80% entro il 2030, del 90% entro il 2045 e del 100% entro il 2040. Quella scadenza è simile all’obiettivo di Pitton di eliminare le emissioni dal settore elettrico del paese entro il 2035.

Biden chiede elettricità pulita al 100% entro il 2035. Ecco fino a che punto dobbiamo andare.

“Non importa cosa deciderà la Corte Suprema degli Stati Uniti, continueremo ad andare avanti perché vediamo l’impatto del cambiamento climatico ogni giorno”, ha detto Brown in un’intervista, citando l’impatto sullo stato. Incendio mortale, Bolle ondate di calore E Grave siccità Innescato dall’aumento delle temperature globali.

READ  Aggiornamenti in tempo reale sulla prova di tiro nel parco: ultime notizie

In Connecticut, il mese scorso il governatore Nate Lamond (D) ha firmato l’obiettivo di raggiungere una rete elettrica a zero emissioni di carbonio entro il 2040. La mossa arriva dopo l’ultima centrale a carbone del Connecticut. Sono andato offlineLa lotta per competere con il gas naturale a basso costo e l’energia rinnovabile ha posto fine alla corsa di 53 anni.

“Investire in una rete elettrica pulita e resiliente, come molti stati, è stata a lungo una priorità in Connecticut perché gli enormi vantaggi – posti di lavoro e crescita economica – derivano dall’investimento in energia pulita, aria pulita e salute migliore per i nostri bambini e famiglie e i reperti fossili.” Migliore protezione da condizioni meteorologiche estreme e fluttuazioni dei prezzi imprevedibili che dipendono dal carburante “, ha affermato Lamont in una nota.

Sotto la guida del repubblicano Glenn Youngkin, la Virginia si sta muovendo nella direzione opposta. Giovani Ha annunciato piani Il ritiro dello stato dall’iniziativa regionale sui gas serra è un tentativo di ridurre le emissioni di carbonio dal settore energetico nel nord-est e nel medio Atlantico, che è stato definito un “cattivo affare” per i consumatori.

I legislatori repubblicani in Pennsylvania hanno anche cercato di impedire al governatore democratico Tom Wolf di unirsi al gruppo. La questione sarà decisa a novembre quando gli elettori eleggeranno il nuovo governatore della Pennsylvania per la prima volta in otto anni. Il candidato del GOP Doug Mastriano Messo in guardia Questo progetto distruggerà posti di lavoro nel settore energetico.

Nel frattempo, in Nebraska – uno stato rosso in cui Donald Trump ha ricevuto il 58,7% dei voti alle elezioni presidenziali del 2016 – tutte e tre le aziende di servizi pubblici si sono impegnate a raggiungere emissioni nette zero entro il 2050.

Questa decisione è stata in gran parte innescata dalla domanda aziendale di elettricità pulita. Grandi aziende come Facebook hanno creato data center in Nebraska, il terzo stato più ventoso del paese, sperando di adempiere ai propri obblighi di utilizzare il 100% di energia rinnovabile.

“Il mercato si sta muovendo verso l’energia pulita, qualunque cosa accada con la sentenza della Corte Suprema”, ha affermato Chelsea Johnson, vicedirettore del Nebraska Conservation Voters. “La regolamentazione federale può aiutare, ma non sarà la fine di tutto, soprattutto quando l’economia ha molto senso, anche senza regolamentazione”.

Iscriviti alla newsletter di The Climate 202, la tua guida alla politica e alla politica sul clima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.