Lionel Messi ha confermato il suo posto tra i più grandi giocatori dopo aver vinto un’epica battaglia contro Kylian Mbappe



Cnn

Ora non ci possono essere argomenti. Non discutiamo ora.

Nel modo più drammatico e snervante che si possa immaginare, Lionel Messi Finalmente ci ha messo le mani sopra Coppa del Mondo E con ciò ha cementato il suo posto nel pantheon dei grandi del calcio Diego Maradona E pelle.

La finale è stata bella quanto il calcio stesso. Una partita per secoli con un finale da favola.

Messi e Kylian MbappeLe due superstar del gioco si sono affrontate in quello che era probabilmente il migliore Coppa del Mondo Il massimo della storia. Il calcio può essere uno sport di squadra, ma è una lotta a premi tra due giocatori che saranno ricordati come i più grandi di tutti i tempi.

Mbappé ha segnato una tripletta notevole, diventando solo il secondo uomo nella storia a farlo in una finale di Coppa del Mondo, e ha anche vinto il Pallone d’Oro – assegnato al capocannoniere del torneo – ma ha faticato a mantenere il trofeo. per la Francia.

A soli 23 anni, le straordinarie prestazioni di Mbappé hanno ulteriormente consolidato il suo status di futuro del calcio. Ora ha segnato quattro gol nelle finali della Coppa del Mondo. Ora ha 16 run per superare Miroslav Klose, il capocannoniere della Coppa del Mondo.

Ma di tutta la storia che Mbappé ha fatto in un’inebriante notte illuminata a Doha, questa è stata l’ultima partita di Messi. Il capitano dell’Argentina non è ancora pronto a consegnare il testimone.

Il 35enne è stato inesorabilmente brillante durante questo torneo, giocando con grinta e determinazione d’acciaio nate da un’innata convinzione che questo trofeo sia il suo destino, un glorioso addio alla Coppa del Mondo scritto nelle stelle.

Dopo che Gonzalo Montiel ha segnato il rigore vincente, Messi è caduto in ginocchio e si è nascosto il viso tra le mani. Il momento che ha sempre avuto Il sogno era finalmente arrivato.

I suoi compagni di squadra accorsero verso di lui, cadendo in ginocchio per abbracciare il loro capitano; Volevano che vincesse tanto quanto loro.

Insieme, si sono alzati e si sono avvicinati ai loro fan adoranti per unirsi ai festeggiamenti. Circa 40.000 tifosi argentini si sono recati in Qatar e hanno espresso il loro sostegno durante il torneo.

I giocatori, con la bandiera argentina drappeggiata sulle spalle e legata intorno alla vita, si sono lanciati all’unisono contro un muro di magliette biancoazzurre nella tribuna principale del Lucille Stadium.

Hanno dovuto essere pazienti e sopportare la loro parte di angoscia dall’ultima volta che hanno vinto la Coppa del Mondo nel 1986, ma ne è valsa la pena.

I compagni di squadra di Messi festeggiano con lui.

Messi si è fatto vivo in tre minuti al Lucille Stadium, raccogliendo la palla in una tasca tra il centrocampo e la difesa della Francia e mandando immediatamente un pallone a lato sulla traiettoria di Angel Di Maria.

Ha portato alla prima occasione della partita – Messi è stato nuovamente coinvolto nella preparazione, scambiandosi passaggi veloci dal limite dell’area – ma l’ultimo tentativo disperato e la bandierina del guardalinee hanno impedito a Julian Alvarez di ottenere un aspetto pulito.

Non è un segreto che vincere la Coppa del Mondo con l’Argentina sia stato il sogno di una vita di Messi.

Anche se non c’è dubbio che a 35 anni Messi stia iniziando a scemare nei suoi poteri sovrumani, questa Coppa del Mondo ha ancora molti momenti dell’assurda, magica brillantezza che i fan si sono abituati a vedere. anni.

Il suo gol contro il Messico e gli assist contro Olanda e Croazia sono stati senza dubbio alcuni dei suoi più memorabili con la maglia dell’Argentina e hanno contribuito a spingere la squadra in finale, dando al piccolo mago un’ultima possibilità di vincere il trofeo che desidera così disperatamente.

I compagni di squadra di Messi hanno festeggiato con lui dopo aver segnato il primo gol.

Al 23 ‘, Messi ha avuto l’opportunità di consolidare ulteriormente il suo nome nella storia dopo che il maldestro fallo di Ousmane Dembélé ha fatto cadere Di Maria in area di rigore.

Secondo Opta, Messi si è fatto avanti per tirare il dischetto, diventando l’unico uomo a segnare nella fase a gironi, negli ottavi di finale, nei quarti di finale, nelle semifinali e nella finale della Coppa del Mondo. Proprio quando pensavi di non poter avere più record da battere, Messi ne ha trovato un altro.

È il secondo giocatore più anziano a segnare in una finale, facendo la sua 26esima presenza in Coppa del Mondo, il maggior numero di presenze in Coppa del Mondo di qualsiasi giocatore maschio. Le sue prestazioni gli sono valse il premio Scarpa d’oro e Man of the Match.

Nonostante tutte le sue abilità straordinarie e ridicole, i rigori possono essere una parte fondamentale del gioco di Messi che ha faticato nel corso degli anni, perdendone troppi in molte grandi occasioni.

Ciò non ha avuto alcun effetto sulla sua fiducia, tuttavia, quando si è fatto avanti e ha deviato la palla in angolo, mandando Hugo Lloris nella direzione sbagliata.

Ha anche giocato un ruolo nel secondo netto dell’Argentina, che ha portato al gol di Di Maria con un delizioso piccolo colpo a Julian Alvarez.

Messi si è unito ai doveri difensivi dell’Argentina, poi ha continuato a monitorare e rubare le tasche di Randall Kolo Muani, che è stato portato da Didier Deschamps in una doppia sostituzione poco prima dell’intervallo.

Anche il tifoso argentino più accanito e fiducioso non avrebbe potuto sognare un primo tempo – buono e letterale – di Messi e dei suoi compagni di squadra.

Sembrava improbabile che questa fosse la stessa squadra che era stata sbalordita dall’Arabia Saudita nella partita di apertura del girone: una prestazione che mancava di carattere e cuore ha lasciato molti a chiedersi se l’Argentina sarebbe riuscita a uscire dal girone.

Messi ha ricevuto una standing ovation dal pubblico dopo aver segnato il suo rigore.

Ma con il progredire della partita, l’Argentina e Messi si sono fatti avanti.

Ad ogni momento della magia di Messi, i fan hanno iniziato a credere che la sceneggiatura fosse già stata scritta, che il ragazzo di Rosario avrebbe concluso la sua carriera in Coppa del Mondo – e che sarebbe stata l’ultima – in un modo inimmaginabile. . Tuttavia, pochi avrebbero potuto prevedere un finale così sensazionale.

Con il passare del secondo tempo, con i tifosi argentini allo stadio e milioni di spettatori in tutto il mondo, è cresciuta la speranza che questa sarebbe stata una vittoria di routine, il culmine di un sogno di una vita.

Brillante come l’Argentina, la Francia è stata deludente. Per Opta, era la prima volta dal 1966, quando iniziarono a essere compilate le statistiche, che una squadra non riusciva a segnare nel primo tempo di una finale.

Coppa del mondo di Stefano Bosbone Argentina

I tifosi in Argentina fischiano il giornalista mentre festeggiano la vittoria della Coppa del Mondo

È stata una prestazione storicamente scarsa di Francia e Mbappé. Fino a quando non lo è, cioè.

Nello spazio di 90 improbabili secondi, la Francia ha pareggiato la partita sul 2-0 e, forse nel colpo di scena più prevedibile, Mbappé ha segnato una doppietta.

Il primo è stato un rigore basso, nonostante una mano di Amy Martinez, perforata con una potenza sufficiente per annidarsi nell’angolo inferiore, il secondo uno splendido tiro al volo dopo aver ricevuto un passaggio di ritorno da Marcus Durham.

È stato un crudele scherzo del destino per Messi in quanto è stato responsabile di aver regalato la palla che ha portato al pareggio della Francia. Dopo aver trascinato la sua squadra sull’orlo dell’immortalità, l’errore di Messi ha dimostrato che era veramente mortale.

Eppure, c’era dell’altro in arrivo.

Messi ha ottenuto il suo secondo gol dopo che Lloris ha parato il gol di Lautaro Martínez: è stato il 98esimo gol di Messi con la maglia dell’Argentina e il suo più grande.

Ma ancora la Francia, in particolare Mbappé, non ha finito.

Messi ha ottenuto l'unico trofeo che gli è mancato nella sua carriera.

L’attaccante del Paris Saint-Germain Montel lo ha bloccato con il braccio e ha seppellito il suo secondo tiro dal dischetto per portare questa straordinaria finale ai rigori.

Era giusto che Messi e Mbappé segnassero entrambi i rigori dopo aver prodotto uno dei più grandi duelli che il gioco abbia mai visto, ma è stata l’eroicità di Martinez nella porta dell’Argentina a sollevare il trofeo.

Fin dall’età dei calci al pallone, il più grande desiderio di Messi è stato quello di vincere la Coppa del Mondo con l’Argentina. Non sarebbe mai stato etero, ma per pura volontà ha finalmente realizzato il suo sogno di una vita.

READ  Il presidente dello Sri Lanka Gotabaya Rajapaksa dovrebbe dimettersi, ha affermato il presidente del Parlamento. I manifestanti assediarono la sua casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.