Le forze russe hanno esercitato pressioni sulle guardie ucraine nella principale città orientale

  • Le forze russe hanno intensificato gli attacchi alla principale città orientale
  • Gli ucraini possono ritirarsi ma non rinunceranno alla città – il governatore
  • L’Ucraina sta per pubblicare un “libro dei carnefici” per descrivere i crimini di guerra
  • Turchia e Russia sollecitano le Nazioni Unite a consentire le esportazioni di grano ucraine

Kiev / Slovenesk, Ucraina, 8 giugno (Reuters) – Le truppe ucraine di stanza tra le rovine di Sivrodonetsk sono state prese di mira mercoledì mentre le forze russe cercavano di controllare la regione di Luhansk che circondava la cattura della città industriale.

Nell’Ucraina meridionale, un altro importante campo di battaglia, i funzionari affermano che gli attacchi russi ai siti agricoli, compresi i magazzini, stanno esacerbando la crisi alimentare globale, che ha sollevato preoccupazioni per la carestia in alcuni paesi in via di sviluppo.

La Turchia ospita il ministro degli Esteri russo per discutere il piano delle Nazioni Unite per aprire un corridoio nel Mar Nero per le esportazioni di grano ucraino. Il russo Sergei Lavrov ha affermato che l’Ucraina deve prima sminare i suoi porti: Kiev teme che la mossa possa renderla più vulnerabile agli attacchi dal mare.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Le forze russe si sono concentrate per settimane sulla cattura di Siverodonetsk, sede di circa 106.000 persone, prima che Mosca invadesse l’Ucraina il 24 febbraio, e ora è un disastro. Il governatore della regione di Luhansk ha affermato che le forze ucraine non si sarebbero arrese alla città.

“I combattimenti si stanno intensificando. Anche se il nostro esercito deve ritirarsi in posizioni forti, nessuno lascerà la città. Questo non significa che qualcuno lascerà la città, nessuno lascerà nulla. Ma (loro) potrebbero essere costretti ritirarsi”, ha detto Sergei Guido alla televisione ucraina.

Ha detto che le forze russe intensificheranno i bombardamenti e i bombardamenti sia di Siverodonetsk che della sua piccola città gemella, Lisyansk, sulla riva occidentale del fiume Tsivarsky Donetsk.

READ  John Fetterman è tornato in campagna dopo un ictus

Luhansk e la vicina provincia di Donetsk, che occupa la parte orientale della regione dal 2014, è il Donbass rivendicato da Mosca per i suoi delegati separatisti.

Le forze russe hanno 10 volte più equipaggiamento delle truppe ucraine in alcune aree di Siverodonetsk, ha detto in una conferenza il portavoce del ministero della Difesa ucraino Oleksandr Motsusyanik.

La Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente le condizioni del terreno a Sverdlovsk.

Mosca afferma di essere impegnata in una “operazione militare speciale” per disarmare e “ridurre” i suoi vicini. L’Ucraina ei suoi alleati lo definiscono una scusa infondata per una guerra che ha ucciso migliaia di persone, raso al suolo città e costretto milioni di persone a fuggire.

“Dio mi ha salvato”

La Russia ha rivolto la sua attenzione alla regione del Donbass dopo la sconfitta delle sue forze alla periferia di Kiev a marzo.

Nelle ultime 24 ore, due persone sono state uccise e due ferite nella regione di Luhansk, cinque civili sono rimasti feriti nella regione di Donetsk, quattro sono stati uccisi e 11 sono rimasti feriti nella regione di Kharkiv, secondo l’ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zhelensky.

Negli sloveni, una delle principali città ucraine del Donbass, a circa 85 km (53 miglia) a ovest di Siverodonets, donne con bambini piccoli facevano la fila per raccogliere aiuti, mentre altri residenti trasportavano secchi d’acqua per tutta la città.

La maggior parte dei residenti è fuggita, ma i funzionari affermano che circa 24.000 persone rimarranno in città sulla scia di un’offensiva prevista per cui le forze russe si riuniranno nel nord.

Albina Petrovna, 85 anni, ha descritto il momento in cui il suo edificio è rimasto intrappolato in un attacco che ha rotto le sue finestre e distrutto il suo balcone.

“Il vetro rotto mi è caduto addosso, ma Dio mi ha salvato, ho graffi dappertutto…” disse.

A Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, i residenti stavano rimuovendo i detriti da un bombardamento del giorno precedente. L’Ucraina ha spinto le forze russe fuori dai sobborghi della città il mese scorso, ma la Russia attacca ancora di tanto in tanto.

Riprese delle telecamere a circuito chiuso Il missile ha colpito un centro commerciale che includeva un supermercato martedì, spargendo detriti e rifornimenti. Le scene girate dal drone hanno mostrato una fessura nel tetto del grande edificio.

“I pilastri di supporto sono stati completamente distrutti”, ha detto Svitlana Tulina, responsabile del supermercato, e nessuno è rimasto ferito nell’attacco.

Il libro dei carnefici

Zhelensky ha detto che l’Ucraina pubblicherà la prossima settimana un “libro dei detenuti” che descrive i crimini di guerra. leggi di più

L’Ucraina ha avviato più di 16.000 indagini sui crimini di guerra, ha intentato otto cause giudiziarie e identificato 104 sospetti, ha affermato mercoledì il suo pubblico ministero. leggi di più

La Russia ha rifiutato di prendere di mira i civili in Ucraina e ha negato le accuse secondo cui le sue forze hanno commesso crimini di guerra.

Le agenzie di stampa russe hanno riferito che l’amministrazione, istituita dalla Russia nel territorio occupato di Zaporizhia, nell’Ucraina meridionale, prevede di tenere un referendum sull’adesione alla Russia entro la fine dell’anno. Anche le autorità con sede in Russia nella provincia occidentale di Kherson hanno annunciato piani simili.

L’Ucraina ei suoi alleati occidentali considerano illegale il previsto referendum nei territori occupati e dimostrano che il vero motivo della Russia è l’aggressione regionale. leggi di più

Questo conflitto sta avendo un enorme impatto sull’economia mondiale. L’Ucraina è uno dei maggiori esportatori di grano al mondo e le nazioni occidentali accusano la Russia di creare il rischio di creare una carestia globale chiudendo i porti ucraini del Mar Nero. Mosca nega l’accusa e afferma che le sanzioni occidentali sono responsabili della carenza di cibo.

READ  Sarah Pauline è avanzata alle elezioni speciali dell'Alaska per il seggio all'Open House

Il comando militare meridionale dell’Ucraina ha notato che gli attacchi ai terreni agricoli e ad altri siti agricoli nella regione di Mykolayiv sono stati particolarmente dannosi. leggi di più

Il russo Lavrov, dopo aver incontrato il suo inviato turco Mevlut Cavusoglu, ha detto che Mosca è pronta a garantire la sicurezza delle navi che trasportano grano dai porti ucraini insieme alla Turchia, ma che l’Ucraina deve prima liberare le mine antiuomo.

L’Ucraina afferma di aver bisogno di mine per proteggere i suoi porti dall’attacco russo. Il presidente Vladimir Putin ha promesso personalmente che Lavrov non utilizzerà la questione delle esportazioni di grano a beneficio delle operazioni militari russe. leggi di più

L’Ucraina ha rifiutato le promesse della Russia definendole “parole vuote”.

La Turchia, un membro della NATO con buone relazioni sia con la Russia che con l’Ucraina, ha cercato di mediare i colloqui di pace. Cavusoglu ha affermato che sono necessari ulteriori colloqui sui modi per facilitare le esportazioni di grano ucraine attraverso il Mar Nero.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la crisi alimentare è stata causata dalle sanzioni alla Russia che hanno colpito le proprie esportazioni di grano.

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu questa settimana si è detto pronto a riprendere le esportazioni di grano verso i porti ucraini di Berdyansk e Mariupol occupati dalla Russia. L’Ucraina sostiene che tali esportazioni saranno saccheggiate illegalmente dal territorio occupato da Mosca.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Report di Reuters; Scritto da Himani Sarkar e Gareth Jones; Montaggio di Michael Perry e Peter Groff

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.