La leggenda del cinema francese Jean-Luc Godard è morto all’età di 91 anni



CNN

Il regista franco-svizzero Jean-Luc Godard – una figura chiave Nuova ondataUn movimento cinematografico che ha rivoluzionato il cinema alla fine degli anni ’50 e ’60 – è morto all’età di 91 anni, secondo quanto riportato dai media francesi.

Martedì il presidente francese Emmanuel Macron ha twittato un omaggio al regista, scrivendo che il Paese aveva perso un “tesoro nazionale”.

“Era come un’apparizione nel cinema francese”, ha twittato Macron. “Poi divenne uno dei suoi maestri. Jean-Luc Godard, il più famoso dei registi della New Wave, ha inventato un’arte decisamente moderna, radicale e libera. Stiamo perdendo un tesoro nazionale, una prospettiva geniale.

Nata il 3 dicembre 1930 a Parigi, in Francia, da un medico e figlia del fondatore di una banca d’affari svizzera, Goddard proveniva da una famiglia benestante. Secondo Reuters.

Il suo viaggio nel cinema iniziò nel 1954 con il cortometraggio “Operation Béton” (“Operation Concrete”) mentre studiava etnografia all’Università di Parigi.

Il primo film di Godard nel 1960, “À bout de souffle” (“Breathless”) divenne sinonimo del suo stile.

Negli anni successivi, i suoi film ruotavano attorno a complesse questioni di impermanenza, disprezzo e capriccio.

Tra le sue opere successive degne di nota ci sono la sua “Trilogia della verità”, composta da tre film che esplorano la femminilità, la natura e la religione: “Passion” del 1982, “Prenom Carmen” (“Nome: Carmen”) e “Je Vous” dell’anno successivo. Salue, Marie.” ” (“Ave Maria”) nel 1985.

L’attrice danese-francese Anna Karina, che ha recitato in diverse produzioni ed è stata brevemente sposata con il regista, ha detto che lavorare con Goddard spesso significava che non avevano una sceneggiatura e dovevano imparare i dialoghi appena prima delle riprese.

Come le sue immagini, Godard aveva un tocco unico e ribelle. a Festival di Cannes 2018È apparso alla conferenza stampa tramite chat video invece di partecipare fisicamente.

Durante la sua lunga carriera, gli è stato conferito un César Award ad honorem nel 1987 e nel 1998 e un Academy Award ad honorem nel 2010.

Molte persone dell’industria cinematografica stanno rendendo omaggio sui social media.

In un tweet, l’attore Antonio Banderas ha ringraziato Godard per “aver ampliato i confini del cinema”.

Edgar Wright, il regista noto per “Baby Driver” e “Hot Fuss”, lo ha definito “uno dei registi iconoclasti più influenti di tutti”.

Wright ha twittato: “Era ironico che lui stesso rispettasse il modo di fare cinema degli studi di Hollywood, e forse nessun altro regista è stato ispirato a prendere una telecamera e girare”.

Il quotidiano francese Liberation ha riportato per la prima volta la morte di Godard.

READ  Clima in California: milioni di persone in Occidente stanno affrontando un'ondata di caldo record

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.