Kirsty Alley, star di film come ‘Cheers’ e ‘Senti chi parla’, muore all’età di 71 anni



Cnn

L’attrice Kirsty Alley è morta dopo una breve battaglia contro il cancro, hanno annunciato i suoi figli Drew e Lily Parker. Mezzi sociali.

Ha 71 anni.

“Siamo rattristati nell’informarvi che la nostra incredibile, feroce e amorevole madre è morta dopo una battaglia contro il cancro, diagnosticato di recente”, si legge nella dichiarazione.

“Circondata dalla sua famiglia più stretta, ha combattuto con grande forza, la sua vita felice senza fine e le avventure che la attendono”, ha continuato la dichiarazione della famiglia. “Per quanto fosse sullo schermo, era una madre e una nonna ancora più meravigliosa”.

“La passione e la gioia di vivere di nostra madre, i suoi figli, nipoti e i suoi numerosi animali, per non parlare dell’eterna gioia della sua creazione, non hanno eguali e ci ispirano a vivere la vita al massimo come ha fatto lei”, afferma la nota.

Il giro glamour di Kirsty Alley su “DWTS”

02:14

– Fonte: HLN

Anche il rappresentante di Allie, Donovan Daughtry, ha confermato alla CNN via e-mail che l’attrice era morta.

Due volte vincitore del Primetime Emmy Award, Alley ha recitato accanto a Ted Danson nella classica sitcom televisiva della fine del 1982 “Cheers”. Ale ha continuato nel 1987, interpretando la bar manager forte e indipendente Rebecca Howe. Con lo spettacolo che termina nel 1993.

Ha ritrovato il successo televisivo alla fine degli anni ’90 con “Veronica’s Closet”, che le è valso un altro Emmy.

Un’attrice comica di talento che è stata coinvolta in polemiche attraverso reality e social media, Ally ha recitato in diversi film memorabili, tra cui “Madhouse” del 1990 e “Star Trek II: The Wrath of Khan” del 1982.

John Travolta ha recitato al fianco di Ally nel film del 1989 “Senti chi parla” e nel sequel del 1992. Instagram, “Kirsty è una delle relazioni più speciali che abbia mai avuto. Ti amo Kirsty. So che ci rivedremo.

Questa storia si sviluppa…

READ  L'avvocato di Trump Alex Cannon ha rifiutato di dire a febbraio che tutti i documenti erano stati restituiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.