Il Twitter di Elon Musk vieta i giornalisti di CNN, NYT e WaPo


New York
Cnn

Twitter giovedì sera ha vietato gli account di diversi giornalisti di alto profilo delle principali testate giornalistiche della nazione, segnando un tentativo significativo da parte del nuovo proprietario e autodefinito libertario della libertà di parola Elon Musk di esercitare il suo potere unilaterale su una piattaforma per censurare la stampa.

Gli account di Donie O’Sullivan della CNN, Ryan Mack del New York Times, Drew Harwell del Washington Post e altri giornalisti che hanno coperto in modo aggressivo Musk nelle ultime settimane sono stati tutti improvvisamente sospesi definitivamente. Anche l’account del giornalista progressista indipendente Aaron Ruper è stato bandito.

Né Musk né Twitter hanno risposto alla richiesta di commento della CNN e la piattaforma non ha detto formalmente perché i giornalisti sono stati espulsi dalla piattaforma.

Ma in una serie di tweet, Musk ha affermato che i giornalisti hanno violato la sua nuova politica di “doxing” condividendo la sua posizione “esatta in tempo reale”. Nessuno dei giornalisti banditi sembra aver condiviso la posizione precisa in tempo reale di Musk.

Musk in seguito è apparso su Twitter Spaces, ospitato da un giornalista di BuzzFeed, e ha ribadito la sua affermazione di essere stato ingannato.

Poco prima della sua sospensione, O’Sullivan ha twittato che la società di social media aveva sospeso l’account dell’emergente servizio di social media rivale Mastodon, consentendo all’account @ElonJet di continuare a pubblicare aggiornamenti sulla posizione personale di Musk. Jet.

Altri giornalisti sospesi giovedì avevano recentemente scritto sull’account.

Doxxing si riferisce alla pratica di condividere l’indirizzo di casa di qualcuno o altre informazioni personali online. L’account bannato ha utilizzato i dati di volo pubblicamente disponibili per tracciare il jet di Musk.

READ  Apple avverte di minori spedizioni di iPhone poiché Covid frena lo stabilimento cinese

I divieti sollevano molte domande sul futuro del sito, denominato Digital Town Square. La censura dei giornalisti da parte di Musk ha seriamente messo in discussione l’impegno di Musk per la libertà di parola.

Musk ha ripetutamente affermato di voler consentire tutti i discorsi legali sul palco. Ad aprile, lo stesso giorno in cui ha annunciato l’acquisto di Twitter, ha twittato: “Spero che anche i miei peggiori critici rimangano su Twitter perché è di questo che si tratta la libertà di parola”.

Una portavoce della CNN ha detto che la società aveva chiesto a Twitter una spiegazione e che avrebbe “rivalutato la nostra relazione sulla base di quella risposta”.

“La sospensione provocatoria e ingiustificata di diversi giornalisti, tra cui Tony O’Sullivan della CNN, è preoccupante ma non sorprendente. La crescente instabilità e volatilità di Twitter dovrebbe essere incredibilmente preoccupante per tutti coloro che utilizzano Twitter”, ha affermato il portavoce.

Un portavoce del New York Times ha definito i divieti di massa “discutibili e sfortunati”, aggiungendo: “Né il Times né Ryan hanno ricevuto una spiegazione sul motivo per cui ciò è accaduto. Speriamo che tutti gli account dei giornalisti siano stati ripristinati e che Twitter fornisca una spiegazione soddisfacente per questa azione.”

“Elon dice di essere un sostenitore della libertà di parola e bandisce i giornalisti per la libertà di parola”, ha detto giovedì Harwell alla Galileus Web. “Penso che metta in discussione il suo impegno”.

Rooper ha anche detto “niente” da Twitter sulla sospensione.

Diverse organizzazioni hanno condannato la decisione di Twitter, con il presidente dell’American Civil Liberties Union che ha affermato: “È improbabile che Twitter rimuova gli account dei giornalisti critici nei confronti delle sue aspirazioni alla libertà di parola”.

READ  L'Australia dichiara il re Carlo III come capo di stato

Il capo della Society of Technology Journalists (SPJ) ha dichiarato in una dichiarazione di essere “preoccupato” per le sospensioni e che la mossa “riguarderà tutti i giornalisti”.

L’account @ElonJet, che aveva accumulato più di 500.000 follower, è stato definitivamente sospeso mercoledì quando Twitter ha introdotto una nuova serie di politiche che vietano gli account che tracciano le posizioni live delle persone. Musk ha negato di aver collegato alcun account Informazioni come In precedenza, Twitter non aveva restrizioni sulla condivisione della posizione.

Le modifiche arrivano dopo che Musk ha ripristinato le precedenti violazioni delle regole di Twitter e ha smesso di applicare le politiche del sito che vietano la disinformazione di Covid-19.

“Penso che sia molto importante a causa dell’effetto agghiacciante che ciò potrebbe avere sui giornalisti freelance, giornalisti indipendenti di tutto il mondo, in particolare quelli che coprono le altre società di Elon Musk come Tesla e SpaceX”, ha detto giovedì O’Sullivan alla Galileus Web dopo che il suo account è stato sospeso.

Quando è emersa la rabbia per le sospensioni dell’account, alcuni utenti di Twitter hanno riferito che il sito ha iniziato a interferire quando hanno tentato di pubblicare collegamenti ai propri profili su social network alternativi, incluso Mastodon.

Tali rapporti sono stati confermati giovedì sera da un giornalista della CNN a cui è stato impedito di condividere l’URL del profilo Mastodon e ha ricevuto un messaggio di errore automatico che diceva che Twitter o i suoi partner avevano identificato il sito come “potenzialmente dannoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.