Il più grande sciopero ferroviario degli ultimi 30 anni ha fermato il Regno Unito

  • Più di 40.000 lavoratori dei treni sono in sciopero
  • Il governo è sotto pressione a causa della crisi del costo della vita
  • I sindacati affermano che lo sciopero potrebbe dare inizio a un'”estate di malcontento”

LONDRA, 21 giugno (Reuters) – Il più grande sciopero ferroviario della Gran Bretagna in 30 anni è iniziato martedì, quando decine di migliaia di lavoratori hanno scioperato per salari e posti di lavoro che potrebbero portare a una diffusa attività industriale in tutta l’economia nei prossimi mesi.

Alcuni degli oltre 40.000 lavoratori dei treni che avrebbero scioperato martedì, giovedì e sabato si erano radunati sui picchetti sin dall’alba, provocando il congelamento della rete e il deserto delle stazioni principali. Anche la metropolitana di Londra è stata in gran parte chiusa a causa di uno sciopero separato.

Il primo ministro Boris Johnson ha affermato che sotto la pressione di fare di più per aiutare le famiglie britanniche che devono affrontare gravi difficoltà economiche per decenni, l’azione sindacale potrebbe danneggiare le imprese mentre si riprendono dall’epidemia.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Sindacati, scioperi ferroviari, insegnanti, medici, addetti allo smaltimento dei rifiuti e persino avvocati hanno tutti affermato che la mossa potrebbe segnare l’inizio di una “estate di malcontento” verso l’azione sindacale. leggi di più

“I lavoratori britannici hanno bisogno di aumenti salariali”, ha detto a Sky News Mick Lynch, segretario generale delle ferrovie, dei lavoratori marittimi e dei trasporti (RMT).

“Hanno bisogno di sicurezza del lavoro, condizioni dignitose e un contratto quadro in generale.

Johnson ha affermato che i sindacati stanno danneggiando le persone che affermano di aiutare.

READ  Il Dipartimento di Giustizia e Trump propongono ciascuno 2 maestri speciali per sondare Mar-a-Lago

“Andando avanti con questi scioperi ferroviari, alla fine scacceranno i pendolari che supportano il lavoro del personale ferroviario, e allo stesso tempo colpiranno le imprese e le comunità in tutto il paese”, ha detto martedì al suo gabinetto.

Il governo ha affrontato le critiche dei legislatori dell’opposizione per essersi rifiutato di impegnarsi in negoziati per risolvere la controversia. I ministri dicono che spetta ai sindacati lavorare direttamente con i capi delle ferrovie.

Un sondaggio di Yukov all’inizio di questo mese ha rilevato che l’opinione pubblica sugli scioperi era divisiva, con metà degli intervistati che metteva in dubbio la mossa e un terzo affermava di sostenerla.

Leo Rudolph, un avvocato di 36 anni che è andato a lavorare, ha detto che sarebbe stato ancora più insoddisfatto se la controversia fosse continuata.

“Non è un incidente isolato, vero?” Lo ha detto a Reuters. “Diventerò sicuramente più frustrato ogni volta che succede.”

Inflazione devastante

L’economia del Regno Unito inizialmente si è ripresa fortemente dall’epidemia di COVID-19, ma una combinazione di carenza di manodopera, interruzione della catena di approvvigionamento, inflazione e problemi commerciali post-Brexit ha innescato gli allarmi di una recessione.

Il governo afferma che fornirà ulteriore sostegno a milioni di famiglie povere, ma afferma che l’aumento dei salari a causa dell’inflazione danneggerà le fondamenta dell’economia.

“L’inflazione elevata a lungo termine avrà un enorme impatto sulle tasche salariali delle persone, distruggendo i risparmi e prolungando le difficoltà che affrontiamo nel lungo periodo”, ha affermato Johnson.

READ  Un uomo armato di Houston ne uccide tre dopo aver dato fuoco alle case, afferma la polizia

L’attività industriale è esplosa rispetto agli anni ’70, quando la Gran Bretagna ha dovuto affrontare diffusi scioperi del lavoro, incluso l'”inverno di malcontento” del 1978-79. leggi di più

Il numero di lavoratori britannici iscritti al sindacato dagli anni ’70 si è dimezzato quando l’ex primo ministro conservatore Margaret Thatcher ha rafforzato il controllo sui poteri sindacali e reso più difficile lo sciopero. .

Il ministro dei trasporti Grant Shops ha affermato che il governo cambierà presto la legge per costringere gli operatori ferroviari a fornire un servizio minimo nei giorni di sciopero e consentire ad altri lavoratori di sostituire temporaneamente i lavoratori in partenza.

“Agiremo per garantire che cose come questa facciano meno danni in futuro”, ha detto a Sky News.

Gli scioperi arrivano in un momento in cui i passeggeri degli aeroporti britannici stanno subendo cancellazioni dell’ultimo minuto a causa di ritardi caotici e carenza di personale, mentre molti britannici hanno dovuto aspettare mesi per l’arrivo di nuovi passaporti a causa di ritardi nell’elaborazione.

Lo sciopero dei treni significa che solo metà della rete ferroviaria britannica sarà aperta nei giorni di sciopero.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Montaggio di Edmund Blair, Kate Holden e Raisa Kasolovsky

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.