I futures sulle azioni cadono dopo i commenti da falco di Powell

I futures sulle azioni statunitensi sono scesi e i rendimenti dei Treasury sono aumentati per iniziare la settimana mentre gli investitori si sono stancati della Federal Reserve. Determinato a combattere l’inflazione Anche se provoca qualche sofferenza finanziaria.

I futures legati all’S&P 500 sono scesi dell’1%, mettendo l’indice di riferimento sulla buona strada per estendersi Venerdì ha perso il 3,4%.. I contratti per la media industriale del Dow Jones hanno perso lo 0,9%, mentre quelli legati al Nasdaq-100 focalizzato sulla tecnologia sono scesi dell’1,2%.

I ribassi pre-apertura di lunedì suggeriscono che le azioni statunitensi potrebbero assistere a un altro giorno di negoziazione volatile mentre i trader valutano i commenti del presidente della Fed Jerome Powell della scorsa settimana. Parlando venerdì a Jackson Hole, il sig. Powell ha detto che la Federal Reserve degli Stati Uniti deve I tassi di interesse dovrebbero continuare a salire Mantenerli a un livello più alto fino a quando non ci sarà la certezza che l’inflazione sarà sotto controllo.

I commenti hanno innervosito gli investitori, molti dei quali hanno iniziato a scommettere che gli ampi rialzi dei tassi di quest’anno sono nello specchietto retrovisore. Molti si aspettavano che la banca centrale riducesse l’entità dei suoi aumenti dei tassi di interesse, a partire da settembre, fino a quando non taglierà i tassi di interesse il prossimo anno.

I commenti di venerdì hanno ricalibrato quelle aspettative. Lunedì, i futures sui fondi federali, utilizzati dai trader per scommettere sull’andamento dei tassi di interesse, hanno mostrato una probabilità di quasi il 66% che la banca centrale aumenti i tassi di interesse di 0,75 punti percentuali per la terza volta consecutiva a settembre. È un aumento del 28% rispetto a un mese fa, secondo i dati del gruppo CME.

READ  L'assistente degli Hornets Warriors Kenny Atkinson è stato nominato il prossimo allenatore

“Il mercato ha superato se stesso nelle ultime tre, quattro settimane circa… valutando un potenziale focus della Fed per una posizione molto ribassista”, ha affermato Clara Cheong, global market strategist di JP Morgan Asset Management.

Il crescente nervosismo degli investitori potrebbe ulteriormente smorzare un rally che ha sollevato le azioni dai minimi del 2022 raggiunti a giugno. Tutti e tre i principali indici statunitensi hanno già cancellato i guadagni di agosto. Molti investitori scommettono su una maggiore sofferenza in futuro Le posizioni corte nette contro i futures S&P 500 hanno recentemente raggiunto il minimo di due anni.

Nelle contrattazioni pre-mercato di lunedì, i maggiori perdenti dell’S&P 500 hanno registrato un forte rialzo a causa del rimbalzo estivo del mercato azionario.

Tesla

In calo del 2,1%, Netflix ha perso l’1%. Anche i titoli economicamente sensibili hanno subito un duro colpo prima dell’orario di apertura

Ristoranti tartan,

Gruppo aereo dell’Alaska

e Royal Caribbean sono caduti tutti del 2% o più.

Il sentimento di propensione al rischio degli investitori ha oscillato in tutto il mondo e tra le classi di attività. Lo Stoxx Europe 600 pan-continentale è sceso dell’1,2%, seguito da indici al ribasso in Asia. Bitcoin è sceso del 4,1% a 19.815$ dal livello delle 17:00 ET di venerdì, secondo CoinDesk.

I rendimenti dei Treasury USA sono aumentati ulteriormente con l’accelerazione delle vendite di titoli di Stato. Il rendimento del titolo del Tesoro a due anni, più sensibile alle aspettative sulla politica della Fed, è salito al 3,452% dal 3,391% di venerdì, avviandolo a chiudere al livello più alto dal 2007.

Il rendimento del Tesoro a 10 anni è salito al 3,108% dal 3,034%. I rendimenti a breve termine più elevati degli Stati Uniti rispetto ai rendimenti a lungo termine, noti anche come curva dei rendimenti invertita, hanno segnalato un rischio significativo di recessione in passato.

READ  Il capo dei servizi segreti James Murray ha lasciato l'agenzia

“Non abbiamo ancora raggiunto il picco nel ciclo dei tassi di interesse”, ha affermato Harald van der Linde, stratega azionario di HSBC.

Il dollaro USA si è rafforzato, riflettendo il nervosismo degli investitori e le aspettative di tassi di interesse più elevati. L’indice WSJ Dollar, che misura il biglietto verde rispetto a un paniere di valute, è salito dello 0,2%.

Il greggio Brent è salito dello 0,3% a $ 99,28 al barile. I vincoli di fornitura sono aspettative.

In Asia, i principali indici hanno chiuso per lo più al ribasso. Il giapponese Nikkei 225 è sceso del 2,7%, il sudcoreano Kospi del 2,2% e l’Hang Seng di Hong Kong è sceso dello 0,7%. Lo Shanghai Composite è stato un raro punto luminoso, in rialzo dello 0,1%.

Scrivi a Dave Sebastian a [email protected] e Caitlin McCabe a [email protected]

Tutti gli occhi sono puntati sulla trasmissione televisiva del discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell al Jackson Hole Economic Policy Forum di venerdì.


Foto:

Michael Nagle/Bloomberg News

Ci piacerebbe avere tue notizie