I combattimenti sono scoppiati in una feroce battaglia per l’Ucraina orientale

  • La guerra per la città di Siverodonetsk è in corso- Zhelensky
  • L’Ucraina ringrazia il Regno Unito per la nuova promessa di armi mentre Mosca avverte l’Occidente
  • Gli Stati Uniti affermano che ci sono notizie credibili secondo cui la Russia sta rubando il grano all’Ucraina
  • L’ambasciatore russo si ritira dalla riunione delle Nazioni Unite per la crisi alimentare

KIEV, 7 giu. (Reuters) – È scoppiata una battaglia tra le truppe ucraine e russe nella battaglia per la città industriale di Siverodonets mentre le forze di Mosca spingevano per la cattura del Donbass orientale dell’Ucraina alla ricerca della vittoria decisiva nell’invasione per più di 100 giorni.

Al momento non si sa cosa farà dopo aver lasciato il posto”, ha detto.

L’invasione del Cremlino ha visto le città devastate dal fuoco dell’artiglieria durante un campo di battaglia – comprese le province di Luhansk e Donetsk – il principale obiettivo dell’offensiva russa nel Donbass.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“In città, continuano feroci combattimenti di strada”, ha detto lunedì il presidente Volodymyr Zhelensky nel suo discorso video notturno. “L’esercito russo sta cercando di inviare più truppe nel Donbass”.

Lunedì, il governatore provinciale Sergei Kaitoy ha affermato che la situazione è peggiorata poiché le forze di sicurezza ucraine sembravano avvicinarsi alla vittoria sui russi durante il fine settimana.

Due proiettili sono stati uccisi lunedì in un bombardamento russo nelle regioni di Donetsk e Luhansk, e l’esercito ucraino afferma che le forze russe hanno aperto il fuoco su più di 20 comunità.

La Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente i rapporti sul campo di battaglia. La Russia nega di prendere di mira i civili in conflitto

READ  Netflix ha perso quasi 1 milione di abbonati e questa è considerata una buona notizia

“Offriamo l’opportunità di evacuare le persone”, ha detto in televisione il governatore regionale di Donetsk, Pavlo Girilenko.

“Più di 100 persone sono state evacuate dagli sloveni dalla scorsa settimana. Ci sono circa 24.000 residenti. La gente ora capisce, anche se è troppo tardi, è ora di partire”.

Dopo essere stata respinta da Kiev e Kharkiv nelle prime fasi della guerra, la Russia afferma di essere stata in missione per “liberare” i Danbo, in qualche modo catturati dai separatisti dal 2014, ed è impegnata in una “operazione militare speciale” per disarmare e “riducerlo”. “I suoi vicini.

L’Ucraina ei suoi alleati chiamano questa una scusa infondata che ha ucciso migliaia di persone, raso al suolo città e costretto milioni di persone a fuggire all’estero.

“Esattamente le armi di cui abbiamo bisogno”

Gelensky ha ringraziato la Gran Bretagna per aver fornito sistemi missilistici multimissili in grado di colpire bersagli a distanze fino a 80 km (50 miglia), nonché per fornire la potenza di fuoco a lungo raggio più accurata necessaria per raggiungere le batterie di artiglieria russe, principalmente per la guerra di Mosca piani.

“Ringrazio il primo ministro Boris Johnson per la sua piena comprensione delle nostre richieste e per la sua disponibilità a fornire all’Ucraina le armi di cui ha bisogno per proteggere la vita del nostro popolo”, ha detto.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che Mosca risponderà alle forniture occidentali di armi a lungo raggio spingendo le forze ucraine più indietro dai confini russi.

Domenica, il presidente Vladimir Putin ha detto che la Russia avrebbe raggiunto nuovi obiettivi se l’Occidente avesse fornito missili a lungo raggio. Lo stesso giorno, i missili russi hanno colpito Kiev per la prima volta in più di un mese.

READ  Trump chiede donazioni dopo il raid dell'FBI nella sua casa di Mar-a-Lago

Il ministero della Difesa ucraino afferma che le forze russe stanno avanzando verso Slovenesk, 85 km (53 miglia) a ovest di Siverodonets.

‘Grano da bilfing in Russia’

Con l’aggravarsi della crisi alimentare globale, il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha affermato che ci sono “rapporti credibili” secondo cui la Russia sta “rubando” per vendere le esportazioni di grano dell’Ucraina a scopo di lucro.

Plinken ha affermato che il furto faceva parte di un’operazione russa più ampia che ha influenzato il potenziale di esportazione di grano dell’Ucraina durante la guerra in Ucraina.

I prezzi di cereali, oli da cucina, carburante e fertilizzanti sono aumentati dall’invasione del 24 febbraio.

La Russia e l’Ucraina rappresentano circa un terzo della fornitura mondiale di grano, mentre la Russia è un esportatore di fertilizzanti e l’Ucraina un esportatore di olio di mais e girasole.

L’inviato russo delle Nazioni Unite Vasily Nebenzia ha abbandonato la riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite lunedì, accusando il presidente del Consiglio europeo Charles Michael di aver provocato la crisi alimentare a Mosca.

Nebenzia ha detto a Reuters: “Non posso restare a causa delle bugie che Charles Michael è venuto a distribuire qui”.

Le nazioni occidentali hanno anche imposto spazzate e sanzioni senza precedenti all’invasione della Russia.

Lunedì, il ministero degli Esteri russo ha dichiarato di aver imposto sanzioni personali a 61 funzionari statunitensi, inclusi i segretari del Tesoro e dell’Energia e i principali dirigenti della difesa e dei media.

Ha detto che la mossa era una rappresaglia per “la continua espansione delle sanzioni statunitensi”.

La segretaria stampa della Casa Bianca Karen Jean-Pierre non ha commentato quando gli è stato chiesto della mossa durante una conferenza.

Report di Natalia Zinets, Oleksandr Kozhukhar, Pavel Polityuk, Lidia Kelly e Ronald Popeski; Ha scritto Costas Pitas; Cynthia Asterman, montaggio

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.