Dustin Johnson si dimette dal PGA Tour per giocare nella rivale LIV Golf Series

Londra – Dustin Johnson Martedì si è dimesso immediatamente dal PGA Tour insieme a molti altri giocatori di golf e ha in programma di giocare solo agli eventi di golf LIV e ai campionati principali.

Johnson, che è membro del PGA Tour dal 2008, ha fatto l’annuncio alla conferenza stampa inaugurale del primo evento di LIV Golf al Centurion Golf Club. Johnson ha detto di aver considerato attentamente la decisione negli ultimi sei mesi e di aver ritenuto che fosse quella giusta.

“Per ora ho rassegnato le dimissioni dalla mia iscrizione al tour e ho intenzione di suonare [LIV] Per ora, “Johnson ha detto. Questo è il piano”.

A febbraio, Johnson ha rilasciato una dichiarazione tramite PGA Tour Communications in cui affermava di essere completamente coinvolto nel tour, ma alla fine ha cambiato idea.

“All’epoca, ero determinato a giocare al PGA Tour”, ha detto Johnson. “Sono così grato per il PGA Tour e tutto ciò che ha fatto per me. Ho fatto bene lì negli ultimi 15 anni. Ma è stato fantastico per me e la mia famiglia. È qualcosa di eccitante e nuovo”.

Johnson ha detto che prevede pienamente di poter giocare nelle major, inclusi gli US Open di Brooklyn, nel Massachusetts, la prossima settimana. L’USGA non ha mostrato alcun segno di cercare di impedire ai giocatori di unirsi al LIV Golf Tour dal suo campionato. Johnson è stato messo da parte per 10 anni agli US Open a causa della sua vittoria nel 2017 e la sua vittoria nel Masters 2020 gli è valsa cinque anni di esenzioni dall’Open Championship e dal PGA Championship fino al 2026.

READ  Gli ingressi allo Yellowstone Park sono stati chiusi dopo forti piogge e inondazioni

“Non posso rispondere alle major, ma ci faranno giocare”, ha detto Johnson. “Ovviamente sono esente dalle Majors, quindi ho intenzione di giocare se non chiedo diversamente”.

Il 24 PGA Tour di Johnson vince il quarto posto tra i giocatori attivi. Tiger Woods, Bill Mickelson E Vijay Singh. Ha guadagnato $ 74,2 milioni all’epoca.

La decisione di Johnson – segue conclusioni simili Kevin Na, Sergio GarciaBrandon Grazia e Carlo Schwartz – Poiché i giocatori devono essere membri della PGA degli Stati Uniti, potrebbero essere squalificati per futuri Trofei Rider. Ai membri del PGA Tour viene offerta l’iscrizione automatica al PGA degli Stati Uniti. Johnson ha detto di aver soppesato anche questo nella sua decisione.

“Ovviamente tutte le cose sono soggette a modifiche”, ha detto Johnson. “Ad un certo punto cambierà e spero di poter partecipare. Se non succede è un’altra cosa a cui dovevo pensare a lungo. Alla fine ho deciso di venire a questo e giocare qui.

“Il file Ryder è incredibile e sicuramente ha molto senso per me. Sono orgoglioso di dire che ho rappresentato il mio paese e spero di avere l’opportunità di farlo di nuovo. Ma non l’ho fatto. Regole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.