Due società si uniscono a SpaceX nella corsa verso Marte, con un possibile lancio nel 2024

Ingrandire / Ecco un progetto preliminare del lander su Marte in costruzione da Impulse Space.

Spazio degli impulsi

Relativity Space non ha mai lanciato un solo razzo e Impulse Space non ha mai testato uno dei suoi propulsori nello spazio. Tuttavia, martedì, le due società con sede in California hanno annunciato l’intenzione di lanciare un’ambiziosa missione per atterrare sulla superficie di Marte entro tre anni.

Questa sarebbe la prima missione commerciale su Marte e normalmente un’affermazione del genere potrebbe essere tranquillamente respinta come assurda. Ma questo annuncio – per quanto audace – va preso sul serio a causa delle società e degli attori coinvolti.

Fondata nel 2015, Relativity ha raccolto oltre 1 miliardo di dollari e dovrebbe lanciare il suo minuscolo razzo Terran 1 entro la fine dell’anno. L’azienda, che sta cercando di stampare in 3D la maggior parte dei suoi veicoli, è già impegnata nello sviluppo completamente riutilizzabile. Razzo terrestre R. Il booster dovrebbe essere leggermente più potente del Falcon 9 di SpaceX e portare una missione commerciale su Marte. Relativity prevede di lanciare il razzo Terran R nel 2024, con un carico utile su Marte che vola per la sua prima missione su Marte alla fine del 2024.

Impulse Space è nuovo, ha meno di un anno, ma non senza ingegneri esperti. L’azienda è stata fondata da Tom Mueller, il primo dipendente assunto da SpaceX e capo del suo reparto di propulsione per più di un decennio. I suoi motori alimentano i veicoli Falcon 9, Falcon Heavy e Dragon. Muller considera il lancio un “problema risolto” e sta sviluppando propellenti non tossici a basso costo per servire il mercato della propulsione spaziale.

READ  L'eroe salva la casa della nonna e dei suoi parenti mentre l'inondazione del Kentucky la inghiotte

“Questa è una nuova era per i viaggi nello spazio e vogliamo essere posizionati per fornire una propulsione spaziale affidabile ea basso costo”, ha detto Muller in un’intervista ad Ars. “Vogliamo fare tutto: orbitale, lunare, interplanetario”.

Concetto di lavoro

Marte è stato pianificato l’anno scorso quando Zach Dunn, vicepresidente di ingegneria e produzione di Relativity, si è avvicinato a Mueller. Entrambi sono vecchi colleghi. Mueller ha assunto Dunn presso SpaceX nel 2006, dove l’allenatore è diventato presto responsabile dei test del motore e poi del sistema di propulsione generale per i primi razzi Falcon dell’azienda. Relativity voleva fare colpo con la sua prima missione Terran R e Muller ha accettato la sfida.

Le compagnie immaginavano una missione per sollevare il veicolo Terran-R, un veicolo da crociera su Marte sviluppato da Impulse Space, su una traiettoria verso Marte. Una volta raggiunto il Pianeta Rosso, il lander si staccherà dalla griglia. Il lander utilizzerà la tecnologia aeroshell sviluppata dalla NASA per il suo lander Mars Phoenix e altri veicoli e utilizzerà la stessa velocità di ingresso e angolo delle missioni NASA. L’Impulse Space Lander atterrerà d’impulso sotto la potenza di quattro propulsori, simili a un quadricottero. Con questo progetto di missione, Impulse prevede di consegnare un carico utile scientifico di dieci chilogrammi sulla superficie di Marte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.