Dow torna a un livello stabile per ripercorrere una perdita di 200 punti nel commercio instabile dopo il rapporto di lavoro forte.

La media industriale del Dow Jones è rimbalzata dalle perdite precedenti sulla scia di un rapporto sull’occupazione di luglio molto migliore del previsto, poiché gli investitori hanno valutato quale sarebbe stato un forte mercato del lavoro per la campagna di restrizione dei tassi della Federal Reserve.

La media industriale del Dow Jones è scesa di soli 3 punti dopo essere scesa di oltre 200 punti. Le azioni bancarie hanno guidato un ritorno intraday poiché i tassi sono aumentati a causa di un forte rapporto sull’occupazione. L’S&P 500 era piatto dopo aver perso circa l’1%. Il composito Nasdaq è sceso di circa lo 0,1%.

Il mercato del lavoro ha aggiunto 528.000 posti di lavoro a luglio. Ciò ha facilmente battuto la stima del Dow Jones di un aumento di 258.000. Il tasso di disoccupazione è sceso al 3,5%, in calo da una stima del 3,6%. Anche la crescita dei salari è aumentata più del previsto, dello 0,5% su base mensile e del 5,2% in più rispetto a un anno fa, indicando che l’inflazione elevata è ancora un problema.

Le azioni hanno aperto in ribasso dopo il rapporto, anche se sembrava indicare che l’economia non è attualmente in recessione.

“Chiunque salti su ‘la Fed andrà avanti e inizierà a tagliare i tassi l’anno prossimo’ dovrebbe scendere alla stazione successiva perché non è nelle carte”, ha affermato Art Hogan, chief market strategist di P. Riley Financial. .”

La crescita dell’occupazione dovrebbe rallentare poiché la banca centrale continua ad aumentare i tassi di interesse per controllare l’aumento dell’inflazione, ma il rapporto mostra che il mercato del lavoro è ancora caldo. Il rapporto è importante perché è uno dei due rapporti che la banca centrale esaminerà prima di decidere quanto aumentare i tassi di interesse nella riunione di settembre.

READ  La Corte Suprema sostiene l'allenatore di football del liceo che ha perso il lavoro per aver pregato dopo una partita

Le principali medie hanno registrato il mese migliore dal 2020 a luglio nella speranza che la Fed rallenti il ​​ritmo dei rialzi. L’S&P 500 ha guadagnato il 9,1% il mese scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.