Ai repubblicani manca solo 1 vittoria per conquistare la Camera

I repubblicani hanno ottenuto grandi vittorie lunedì sera, quasi garantendo la maggioranza alla Camera anche se sembrava sempre più che sarebbe stata una vittoria molto sottile. Nel primo distretto dell’Arizona, GOP Rep. David Schweigert ha sconfitto il democratico Jevin Hodge, mentre il repubblicano Juan Ciscomani, aiutante di lunga data del governatore Doug Ducey, ha sconfitto il democratico Kirsten Engel nel 6 ° distretto aperto.

Anche le gare repubblicane in California furono indette con i delegati. Michael Steel e rappresentativo. Ken Calvert Entrambi hanno vinto i loro distretti della California meridionale. Brandon Williams ha anche vinto un posto libero nel distretto swing nell’area di Syracuse nello stato di New York.

Molte delle ultime gare non convocate si svolgono in California, che storicamente ha impiegato più tempo per contare i voti rispetto ad altri stati. I repubblicani guidano in tre: Rep. Davide ValdauRappresentante. Mike Garcia e Kevin Kile aprono la strada.

I repubblicani detengono anche un piccolo vantaggio nel 3 ° distretto del Colorado. Lauren Bobert In testa per 1000 voti.

Vincere un seggio in più consentirebbe ai repubblicani di riprendere il controllo della camera otto anni dopo, maggioranza che hanno ceduto a metà mandato del 2018. Un fatto riconosciuto dai leader democratici, compreso il presidente Joe Biden.

“Penso che saremo molto vicini alla Camera”, ha detto Biden ai giornalisti lunedì al vertice del G-20 in Indonesia. “Penso che sarà molto vicino, ma non credo che andremo per farlo.”

Il fatto che i Democratici non siano matematicamente rimossi dal percorso verso una maggioranza così tardi dopo le elezioni è un’inversione sorprendente rispetto alle proiezioni pre-elettorali. I repubblicani ottimisti prevedono una “marea rossa” anche la mattina delle elezioni, e la loro maggioranza teorica alla Camera – se vinceranno nel conteggio finale – sarà esigua, non più di pochi seggi.

READ  Detriti che perdono dal tentativo di lancio del razzo lunare della NASA; Il prossimo tentativo è tra settimane

Ci sono questioni di leadership significative in tre dei quattro caucus del Congresso – sotto il leader della maggioranza – con solo i Democratici al Senato. Chuck Schumer – apparentemente disceso dal loro leader del partito. Dalla parte della Camera, l’ala destra del Partito Repubblicano sta apertamente mettendo in discussione i modi per confondere o bloccare del tutto il leader della minoranza. Kevin McCarthyS Percorso per lo Scudo dell’Oratore Il GOP dovrebbe bloccare la camera. E sono state sollevate domande sul futuro dell’Oratore Nancy Pelosi e i suoi rappresentanti ottuagenari nella dirigenza del Partito Democratico.

Ci si aspettava che il trio si facesse da parte dopo il midterm di quest’anno, anche se un’elezione migliore del previsto da parte dei Democratici potrebbe aver cambiato questo calcolo. Pelosi non ha preso impegni sul suo futuro politico nelle apparizioni in vari programmi domenicali questo fine settimana, dicendo a Dana Bash della CNN che “i miei membri mi stanno chiedendo di prendere in considerazione” di rimanere come leader del partito.

E al Senato, un piccolo ma esplicito gruppo di repubblicani sta spingendo per a La loro elezione alla leadership è in ritardoUn rimprovero velato del leader della minoranza al Senato Mitch McConnelAlmeno dopo essere stato retrocesso in minoranza per un altro mandato.

La ragione pubblicamente citata per molti di quei repubblicani è il midterm del Senato tra il democratico Sen. Raffaello Warnock e il repubblicano Herschel Walker in Georgia. Sebbene le elezioni del 6 dicembre non decideranno la maggioranza al Senato, potrebbero comunque avere conseguenze importanti per il controllo della Camera.

Una netta differenza rispetto ai ballottaggi di quest’anno e a quelli del gennaio 2021, quando Warnock sconfisse l’allora Chennai. Kelly Loeffler è un democratico Giovanni Osoff Dopo aver sconfitto il sen. È tempo che David Perdue conquisti ai Democratici la maggioranza al Senato. Dopo un paio di sconfitte al ballottaggio, i repubblicani statali hanno cambiato la legislazione per abbreviare la scadenza. Invece di una campagna di nove settimane, il ballottaggio di quest’anno è all’inizio di dicembre, un breve sprint di quattro settimane.

READ  Le dimissioni degli alti ministri del governo britannico Rishi Sunak e Sajid Javid sono un duro colpo per Boris Johnson.

Un risultato della campagna di ballottaggio ridotta è un periodo di voto anticipato significativamente più breve, incluso il voto anticipato di sabato in queste elezioni. Lo riporta l’Atlanta Journal-Constitution Domenica. Gli elettori hanno pochissimo tempo per richiedere e restituire le schede per posta.

L’ex presidente Donald Trump, che dovrebbe annunciare la sua candidatura presidenziale per il 2024 martedì sera nella sua tenuta in Florida, sta affrontando una gara che si avvicina rapidamente. Quell’annuncio, pianificato e programmato prima delle elezioni di medio termine della scorsa settimana, ha alimentato la preoccupazione tra alcuni nel GOP che la campagna 2024 dell’ex presidente possa riattivare gli stessi elettori che hanno perso due seggi al Senato a favore dei repubblicani nel 2021.

Anche la più grande gara non convocata al di fuori della Georgia si è conclusa lunedì sera: nella corsa del governatore dell’Arizona, la democratica Katie Hobbs ha sconfitto il repubblicano Cary Lake.

Hobbs, il segretario di stato uscente, ha incrociato Lake, un ex conduttore televisivo e aiutante di Trump. La sua vittoria era stata prevista dalla maggior parte dei media lunedì dopo la pubblicazione dell’ultimo significativo conteggio dei voti nella contea di Maricopa, la contea più grande dello stato. Lake non è stato in grado di recuperare abbastanza terreno per battere Hobbs in quelle finali, rendendo Hobbs il primo governatore democratico in un decennio.

La partita tra le due donne è stata incredibilmente controversa. Lake è probabilmente il candidato più pro-Trump in tutto lo stato in corsa per una carica ovunque nel paese in questo ciclo, ripetendo con orgoglio le bugie di Trump sulle elezioni “rubate” del 2020.

READ  La Fed dovrebbe aumentare i tassi di tanto in tanto, secondo un sondaggio della CNBC

“Per gli arizonani che non hanno votato per me, sto lavorando sodo per voi, perché anche in questo momento di divisione, credo che ci siano molte cose che ci uniscono”, ha detto Hobbs in una dichiarazione poco dopo la sua vittoria.

C’era un timore significativo prima delle elezioni che i candidati repubblicani come Lake non ammettessero le proprie perdite, ripetendo a pappagallo false affermazioni di un sistema elettorale truccato. Ma per la maggior parte, anche coloro che si aggrappano alla mitologia sono a Un’elezione rubata nel 2020 è stata tranquillamente riconosciuta Quest’anno le proprie competizioni.

Lake non ha rilasciato immediatamente un’offerta pubblica a Hobbs lunedì in ritardo, ma ha twittato: “Gli arizonanici conoscono BS quando lo vedono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.